Era maggio del 2014 ed eravamo tutti insieme, amici, sconosciuti e collaboratori, nei pressi di villa Iaccarini a costruire il parco avventura Woodpark di Itri. Pietro e Renato di “Dimensione Verticale” costruivano pedane sospese sugli alberi grazie all’aiuto di Giorgio, Antonio e Marco che instancabili con sole e pioggia continuavano imperterriti il lavoro in quota e molto altro. C’erano anche Sara, Orsetta e Marta che collaboravano nella realizzazione delle strutture a terra: sentieri di sassi nel bosco, staccionate, segnaletica, ripristino delle aree verde e pulizia del bosco.

Ed è nata in quel momento l’esigenza di offrire dei servizi aggiuntivi ai percorsi acrobatici sospesi per i futuri fruitori del parco. Così ci venne l’idea di creare dei luoghi di svago, di aggregazione e riposo per i visitatori grazie al riciclo creativo, usare il legno e la nostra creatività per arredare il parco.

E così, tra una chiacchera ed una birra, abbiamo iniziato a ragionare su quali potessero essere i luoghi ed i servizi destinate ai clienti ma soprattutto come crearli cercando di utilizzare le nostre risorse e competenze nell’arco di tempo limitato di un mese. Il 29 giugno era stata stabilità la data dell’inaugurazione e il tempo, o maltempo, era nostro nemico.

E cosa si poteva usare per riuscire nell’impresa? Semplice, i pallet! I pallet sono ottimi elementi arredo per esterni. I motivi sono semplici: prima di tutto si abbassano i costi, ma non solo, i pallet sono estremamente versatili grazie alla loro struttura e sono costruiti con legno massello di buona qualità che permette una lavorazione sicura per prodotti stabili. Tutti i tipi bancali si prestano molto bene, per essere trasformati in altri oggetti, specialmente in arredi da esterno in quanto costituiscono dei moduli e sotto moduli perfetti. Il legno da cui sono realizzati è trattato per stare all’esterno, ed è quindi di lunga durata.

Abbiamo progettato, e successivamente realizzato, i tavoli e le panche destinati all’area barbecue dove poter mangiare comodamente con gli amici, delle piccole o grandi sdraio con annessi dei tavolini da giardino per arredare l’area verde soprannominata area relax, dove generalmente le mamme si distendono a prendere il sole nell’attesa che il proprio avventuroso finisca i percorsi acrobatici.

E così, abbiamo passato gli ultimi giorni prima del grande giorno dell’inaugurazione tra preoccupazioni e soddisfazioni. Abbiamo costruito, carteggiato e dipinto. Abbiamo lavorato, ci siamo stancati e tante schegge si sono infilate nelle nostre mani. Abbiamo cantato, ballato e pianto dal ridere. Nonostante la stanchezza, le preoccupazioni e la paura di non riuscire a concludere tutto per tempo di certo tutti noi conserviamo un ricordo stupendo e pieno di grandi soddisfazioni.

E se volete vivere un po’ con noi i ricordi di questa avventura una breve clip vi racconta una piccola parte dei nostri ricordi. Buona visione!